Skip links

Come organizzare un viaggio zaino in spalla

Tempo di lettura: 8 minuti
Come organizzare un viaggio zaino in spalla
foto by unsplash

Come organizzare un viaggio zaino in spalla? quali sono i passaggi per pianificare il viaggio? cosa non può mancare all’interno dello zaino? queste sono soltanto alcune delle domande che vengono poste a Google da tutte le persone che desiderano fare del viaggio una vera e propria avventura e vorrebbero provare il brivido del famoso “viaggio da backpackers”.

Nell’articolo di oggi voglio darti alcuni consigli e rispondere ad alcune delle domande più gettonate: come ci si organizza per un viaggio zaino in spalla e quali sono le destinazioni ideali per un viaggio da backpacker.

Scrivendo questo articolo mi sono resa conto di non aver mai raccontato da dove nasce la mia passione per questa tipologia di viaggio, e forse è arrivato il momento.

Ammetto che fare un viaggio con 10-15 kg sulle spalle non è per tutti perché giustamente per molti quando arriva il tanto atteso periodo delle ferie l’unico desiderio è rilassarsi e lasciarsi coccolare.

Poi ci sono quelli come me, e immagino anche come te se stai leggendo questo articolo, che non vedono l’ora di mettersi in strada e iniziare a percorrere kilometri e kilometri alla scoperta di luoghi unici e spesso lontani dai circuiti più turistici. 

Il nostro primo viaggio da backpackers è stato nel 2012 in Messico. Per il compleanno di Francesco gli ho regalato un biglietto aereo con destinazione Cancun e una lonely planet. Siamo partiti così, con due grossi zaini sullo spalle e il desiderio di immergerci in una cultura totalmente diversa dalla nostra. Senza un piano ben preciso ma solo un idea di cosa non potevamo assolutamente perdere.

Non avevamo minimanete idea di cosa ci aspettasse, e soprattutto se questo tipologia di viaggio avrebbe fatto al caso nostro, e ammetto che questa incognita a me elettrizzava molto, a lui un pò meno…

Ma è stato amore fin da subito! Abbiamo continuato a viaggiare così anche dopo, in Vietnam, Bali, Myanmar e Scozia…perché com’è che si dice? coppia che vince non si cambia! L’emozione e il brivido che ti da un viaggio lento per me è impareggiabile. Viaggiare secondo le proprie regole, lasciarsi trasportare dal luogo e spesso anche dagli imprevisti è una delle cose che più apprezzo della libertà che queste tipologie di esperienze ti lasciano dentro al cuore.

Puoi trovare i nostri viaggi nella sezione storie in evidenza del mio profilo Instagram e se ancora non lo sei unisciti alla community per avere sempre nuove idee di viaggio!

Ma ora ti starai domandando perché ti racconto questo? spesso pensiamo che un tipo di viaggionon faccia al caso nostro solo perché si presumiamo sia troppo impegnativo, faticoso oppure stressante… ma magari poi provando ci pentiamo di non averla provato fino a quel momento! quindi abbi sempre il coraggio di provare qualcosa di nuovo perché anche se inizialmente spaventa potrebbe diventare una costante nella tua vita! 

Consigli per organizzare un viaggio zaino in spalla: pensa al budget

Come organizzare un viaggio zaino in spalla

Nelle prossime righe troverai quelle che sono le mie “regole base” e che ovviamente non sono per tutti uguali! anzi se tu ne hai delle altre scrivimele nei commenti così da poter aggiornare la lista!

Arriva fino in fondo per scoprire le 5 migliori destinazioni per un viaggio da backpackers!

Il budget per un viaggio zaino in spalla, e non solo per quello, è una delle prime cose a cui penso prima dell’organizzazione del viaggio stesso. Conoscere il mio budget mi è utile per due principali motivi: conoscere quanto devo risparmiare prima della partenza, capire su quale tipo di destinazione puntare.

Esempio: un viaggio nel Sud Est Asiatico avrà un budget diverso da un viaggio in Islanda e questo mi permetterà di orientarmi su tempi, escursioni e alloggi.

Se però non hai problemi di budget puoi saltare direttamente al punto 2

Che cosa si deve valutare?

  • Volo: se si decide di utilizzare l’aereo è la voce più importante in un viaggio backpackers. 
  • Soldi: quelli necessari per cibo e alloggi 
  • Spostamenti: capire come è meglio spostarsi in base alla destinazione.

Tip: Sei alle prime armi con la ricerca dei voli? vorresti capire quanto tempo prima è meglio cercare un volo? su quali siti? ho una guida che fa al caso tuo! E’ stata scritta da Alice Brusadelli e dire che esaustiva è poco! 

Consigli, trucchi e strategie per riuscire a trovare l’offerta migliore!

Puoi acquistare la guida per imparare a cercare i voli online qui.

Tralasciamo per un attimo la situazione che stiamo vivendo. Immaginiamo di poter aprire il nostro motore di ricerca per voli preferito (il mio skyscanner) e cliccare su ovunque. Abbiamo un’infinita possibilità di scelta.  Vediamo la destinazione X e ce ne innamoriamo follemente. Però c’è sempre la questione budget.

Mi è capitato molte volte di dover rinunciare ad un luogo perchè per spostamenti, alloggi etc si sforava di il budget previsto. Ecco perché prima stabilisco il budget e dopo tutto il resto!

Tip: un sito molto carino per farsi un’idea sul budget necessario per un viaggio è il sito budget your trip dove trovi itinerari e budget creati da altri viaggiatori.

Crea un itinerario per il tuo viaggio da backpacker 

mano sopra una cartina che studiano il percorso

Si può dire che il punto 1 e 2 vado quasi di pari passo. C’è chi preferisce partire dall’itinerario e dopo fare un planning e viceversa.

Una volta decisa la destinazione gli aspetti da valutare sono:

  • Escursioni: quali sono i luoghi che vorresti visitare che prevedono il costo di un biglietto, guida etc.
  • Come spostarsi: nel punto uno abbiamo stimato un budget sugli spostamenti, qui lo ritroviamo e definiamo per essere certi che faccia al caso nostro
  • Alloggi: c’è chi preferisce risparmiare qualcosa in più su volo e spostamenti ma dormire in alloggi più confortevoli.

Una volta creato l’itinerario e deciso quelli che sono gli “irrinunciabili” trascrivo tutto su un file, e anche nella mia agenda di viaggio perché si sono all’antica, e inizio a unire tutte le esperienze gli alloggi e spostamenti controllando sempre che il tutto rientri nel budget.

Se qualcosa sfora aggiusto il tiro.

Se vuoi scoprire i 10 viaggi da fare almeno una volta nella vita qui trovi 10 destinazioni in giro per il mondo e 33 esperienze da non perdere!

Preparare e organizzare lo zaino

Se mi chiedessero qual è stato l’errore durante il primo viaggio zaino in spalla risponderei subito che lo zaino era troppo troppo pesante!  E’ fondamentale avere uno zaino leggero, ovviamente gioca tantissimo il clima, con l’essenziale per godersi il viaggio senza soffrire ogni volta che lo si mette sulle spalle! Tempo fa ho scritto un articolo per organizzare lo zaino per il trekking dove puoi scoprire lo zaino che io utilizzo durante i miei viaggi e che ti consiglio di provare se ancora sei indeciso su quale scegliere.

Oltre agli abiti, che con il tempo ho imparato a diminuire, e che nei viaggi lunghi lavo nelle lavanderie locali, nel mio zaino non manca mai:

  • Beauty con medicinali di prime necessità: porto solo quelli che potrebbero servirmi per i primi giorni come mal di testa etc..con il tempo, e con tanti virus intestinali presi da Francesco in viaggio, ho capito che in determinati posti è meglio acquistare i medicinali direttamente li! 
  • Copie di documenti e carte: da me si dice: meglio avè paura che toccarne!
  • Kaw-way: sempre utile! non parto mai senza 
  • Borraccia: possibilmente con filtro così da non dover spendere ogni volta per bottiglie in plastica!
  • Torcia: piccola e compatta è sempre bene averne una nello zaino! trovi quella che uso nell’articolo che ti ho indicato sopra.


Assicurazione di viaggio

Il quarto step durante l’organizzazione di un viaggio zaino in spalla è la ricerca di una buona assicurazione che copra nel caso ne avessi necessità. Ammetto che prima di tutta questa situazione per i viaggi in Italia e Europa difficilmente facevo l’assicurazione, ma mai partire senza per un viaggio oltre oceano.

Online ne trovi un’infinità, io mi sono affidata più volte all’assicurazione di American Express e mi sono sempre trovata molto bene con l’assistenza h24 in Italiano. 

Visto, vaccini e passaporto

viaggio zaino in spalla
foto by unsplash

Non in tutti i paesi è richiesto un visto d’ingresso e in molti casi si può richiedere all’arrivo in aeroporto. E’ sempre bene informarsi prima per non rischiare di fare come noi per il viaggio in Myanmar che abbiamo ricevuto i nostri visti a pochi giorni dalla partenza! Non puoi immaginare l’ansia che avevo che non arrivassero in tempo! Solito discorso vale per il passaporto che per i viaggi extra UE è obbligatorio e deve avere validità per i 6 mesi successivi al viaggio. Per i vaccini meglio organizzarsi per tempo e controllare sui siti ufficiali quali sono obbligatori per l’ingresso nel paese.

Il miglior sito per documentarsi è sempre quello di Viaggiare Sicuri.

Carte e contanti

Partiamo sempre con un pò di contanti che di solito sono in dollari che bene o male è la moneta che viene accettata un po ovunque.  Per le carte mi trovo benissimo con Revolut che ha molti vantaggi come quello di poter effettuare pagamenti al miglior tasso. Una volta richiesta la tua Revolut ti arriverà a casa la cartacea e una virtuale per i pagamenti online e puoi gestire ogni movimento dall’app.

Puoi ordinare la tua Revolut in maniera gratuita qui.

Un’altra carta che non ho ancora avuto modo di usare ma che mi è stata consigliata da viaggiatrici di cui mi fido è la N26. Appena avrò modo di utilizzarla saprò dirti di più.

Viaggi zaino in spalla: destinazioni in Europa

viaggi zaino in spalla
photo by unsplash

Ma quali sono le mete ideali in Europa per un viaggio di questo tipo? ce ne sono un’infinità tra cui poter scegliere, ma ho voluto scriverti una lista delle top 5 in Europa secondo Skyscanner. Se sei interessato a scoprire i 10 viaggi da fare almeno una volta nella vita, rimani connesso che lunedì uscirà l’articolo.

  • Ungheria: l’avresti mai detto? io sinceramente no e sono rimasta molto sorpresa. Budapest è una meta ideale per chi sceglie un viaggio zaino in spalla. E’ ricca di ostelli, ristoranti e pub..per non parlare dell’aspetto culturale che è tutto da scoprire!
  • Scozia: ho visitato la Scozia la scorsa estate è stata una vera e propria boccata d’aria fresca. Oltre alle grandi città di Edimburgo e Glasgow è bellissimo perdersi tra le Highlands, nelle grandi vallate punteggiate di bianco  dalle pecore e partire, magari in autostop, alla scoperta della meravigliosa Isola di Skye.
  • Canarie: con il Covid abbiamo visto centinaia di ragazzi spostarsi verso le Canarie per ritrovare un po di normalità. Da Lanzarote a Fuerteventura grazie ai traghetti ci si sposta in tutta tranquillità alla scoperta delle altre isole con dune, vulcani, grotte e spiagge con viste mozzafiato.
  • Irlanda: anche l’Irlanda rientra tra le mete predilette per un viaggio zaino in spalle on the road. Un paese ricco di borghi storia e leggende ma anche di città moderne come Dublino con i suoi pub ideali per fare nuove conoscenze e bere un boccale di birra.
  • Portogallo: chiamato anche il Paradiso dei backpackers si può scegliere se partire da Porto oppure da Lisbona per poi proseguire in direzione Algarve. Surf, festival e cibo ottimo saranno i tuoi compagni di viaggio per uno splendido on the road

Che dici ti ho convinto a provare questa tipologia di viaggio? io sinceramente non vedo l’ora di rimettermi lo zaino sulle spalle e ricominciare a scoprire il Mondo.

Per qualsiasi domanda o consiglio puoi lasciarmi un commento qua sotto e ti risponderò al più presto!

Non dimenticare che puoi salvare l’articolo anche su Pinterest!

Alla prossima,

Arianna

viaggi zaino in spalla

Leave a comment