Skip links

Cosa vedere a Trani e Giovinazzo

Cosa vedere a Trani e dintorni
Trani al Tramonto

Il viaggio alla scoperta della Puglia continua e le prime destinazioni che abbiamo visitato dopo Bari sono state Giovinazzo e Trani. Nell’articolo su cosa vedere a Bari a piedi ti ho raccontato quello che sono riuscita a vedere nei primi due giorni.

Oggi però voglio parlarti di cosa vedere a Trani e dintorni.

Premetto già che sia Giovinazzo che Trani mi sono piaciute molto. Trani però con la sua cattedrale sul mare mi ha lasciato un’emozione difficile da dimenticare. Tanto che è diventata una delle mete che ho preferito di più tra tutte quelle fatte durante la nostra vacanza in Puglia.

Senza ulteriori indugi inizio a parlarti di cosa visitare nei dintorni di Bari partendo dalla prima destinazione:Giovinazzo.

Giovinazzo- Bari distanza 

Cosa vedere a Trani e dintorniporto di Giovinazzo
Giovinazzo

Giovinazzo si trova a meno di 40 minuti da Bari ed una piccola cittadina che si affaccia sul mare. 

E sì lo sapete già, io amo le città di mare. Non riesco a farci nulla, mi catturano nel profondo. Giovinazzo è una cittadina molto piccola e le cose da vedere, così come per Bari, si trovano tutte a distanza ravvicinata è quindi fattibile tranquillamente in mezza giornata.

 Dopo aver parcheggiato l’auto in una via parallela alla Piazza Vittorio Emanuele, la città che con il suo grazioso moletto, le persiane pitturate di verde una bella passeggiata fronte mare che costeggia la cattedrale, ci ha fatto compagnia prima del tramonto regalando degli scorci incantevoli.

Giovinazzo è stata una tappa intermedia, perché per il tramonto siamo andati a Trani, di cui ti parlerò tra poco.

Cosa vedere a Giovinazzo

Cosa vedere a Trani e dintornivicoli di Giovinazzo
Vicoli di Giovinazzo

Inizia il giro alla scoperta di Giovinazzo proprio da piazza Vittorio Emanuele, la più importante della città, che si trova a poca distanza dal porto.

Nella piazza impossibile non notare la fontana dei Tritoni costruita nel 1933.

Oltre alla fontana sarà difficile vedere l’imponente chiesa di San Domenico che si affaccia sulla piazza.

Superata piazza Vittorio Emanuele dirigiti verso il mare e inizia a scoprire il piccolo borgo marinaro percorrendo i suoi vicoli.

La cittadina, come già anticipato, si gira molto velocemente e non ci metterai molto ad arrivare alla maestosa cattedrale di Santa Maria Assunta in stile barocco che si nota anche dal porto e svetta tra le case bianche.

L’ingresso nel Duomo è libero, e anche se non l’abbiamo trovato chiuso, so all’interno sono stati ritrovati dei frammenti di un mosaico e la cripta.

Per una pausa gelato non perdere la gelateria Carnauto!

Prosegui l’itinerario proseguendo verso il molo dei pescatori che riconoscerai grazie alle persiane verdoline e dai molteplici pescherecci ormeggiati.

Giovinazzo vista dal suo lungomare è deliziosa. Sarà grazie alle barche che si trovano al porto, le case bianche, il Duomo…anzi se devo essere più precisa direi che è molto romantica. 

Se posso darti un consiglio se deciderai di andare a Giovinazzo arriva prima del tramonto, sono certa che vederlo dal lungomare è qualcosa di fiabesco

Se dopo aver scoperto Giovinazzo deciderai di fermarti per una pizza, recati da le Gramalò in piazza Vittorio Emanuele.

Per tutti i consigli su dove mangiare devo ringraziare Giovanni che, da buon local, mi ha consigliato i posticini che lui frequenta assieme alla sua famiglia.

Prima di scoprire cosa vedere a Trani e dintorni vuoi farti un’idea sull’itinerario da fare in Puglia puoi scoprirlo in questo articolo.

Cosa vedere a Trani e dintorni: come arrivare a Trani partendo da Giovinazzo

La nostra giornata continua in direzione Trani.

In meno di 30 minuti di auto prendendo la SS16  (se invece decidi di prendere l’autostrada devi imboccare la A14) siamo arrivati nell’incantevole Trani. Trani viene chiamata anche la “perla del sud” e devo ammettere che mi ha letteralmente incantato con il suo elegante fascino.

Quindi per me il suo soprannome lo merita eccome!

Abbiamo parcheggiato l’auto in uno dei tanti parcheggi che si trovano nella zona del corso e che sono molto comodi per arrivare verso la zona della Basilica e del bacino portuale, cuore pulsante della città.

Trani cosa vedere: porto turistico 

Cosa vedere a Trani e dintorniporto turistico di Trani
Porto turistico Trani

La prima tappa di questa visita a Trani è stato il porto turistico ricco di caffè e ristoranti che ti invitano per una sosta.

Il porto grazie alla sua posizione ottimale è stato fondamentale per gli scambi commerciali durante il regno di Federico II, e ha reso possibile l’espansione e l’arricchimento della città. 

Camminando per il lungomare di Trani si respira il suo animo marinaresco che viene enfatizzato dai pescatori che potrai vedere sui pescherecci intenti a vendere pesce fresco.

Amo i luoghi come questo. Veri, semplici, dove si vive a ritmo lento con il profumo di salsedine sempre nelle narici.

All’inizio dell’articolo ti avevo già espresso il mio parere su questa città, e adesso sai il perché.

Cattedrale Trani

Continuando la tua passeggiata sul lungomare, tenendo alle spalle il corso, ti apparirà davanti in tutta la sua bellezza la Cattedrale di Trani.

Era davvero tanto che non vedevo un luogo così affascinante.

La cattedrale, che affaccia direttamente sul mare, è uno dei luoghi imperdibili durante una visita a Trani.

La facciata della Cattedrale di San Nicola Pellegrino guarda in direzione del Castello Svevo ( altro luogo che ti consiglio di non perdere e che puoi visitare il mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle 09-13 e il giovedì 15-19 ingresso solo tramite l’app Io Prenoto) e l’imponente campanile svetta al lato dell’ingresso principale.

Impossibile non notarla sia per chi proviene dal mare, sia da terra. 

La cattedrale quando ci siamo stati noi era chiusa..strano no? e quindi non posso dirti di più sugli interni. Ho letto però che per chi vuole salire fino in cima alla cattedrale al costo di 5€ prenotando la visita qui .

Tip: goditi lo spettacolo del tramonto,andando dietro la cattedrale, dove ad attenderci con una peroni fresca troverai un vecchio ape car.

Con il gioco di luce che si crea durante il tramonto che si riflette sul color bianco roseo della cattedrale, preparati ad un vero e proprio spettacolo naturale.

Se sei curioso di scoprire come è stato il tramonto che abbiamo visto da Trani puoi scoprirlo sul mio profilo Instagram nella sezione in evidenza Puglia. Ancora non sei salito a bordo? clicca su follow, scopriremo un sacco di posti magnifici!

Essendo arrivati poco prima del tramonto non siamo riusciti a visitare altri luoghi. Ma se avrai più tempo di noi, voglio indicarti quello che mi è mi è stato consigliato


Cosa visitare a Trani

  • Castello Svevo di Trani: vedi sopra gli orari, e i giorni di apertura.
  • Villa comunale di Trani: ideale per trovare riparo dal sole grazie alle grosse fronde degli alberi.
  • Fortino di Sant’Antonio: è sul molo di Sant’Antonio e vi si accede alla sinistra della villa comunale.

Trani e dintorni: Barletta 

A soli 20 minuti in auto (SS16) si trova Barletta antica e vivace città portuale.

Da non perdere: la Pinacoteca che conserva con il busto di Federico II, il palazzo barocco della Marra, la cattedrale romanico-gotica di Santa Maria Maggiore,  e la statua alta più di 5 metri del Colosso. 

Abbiamo trascorso una piacevolissima giornata alla scoperta di Giovinazzo e Trani e se capiterai nella zona ti consiglio di non perderti nessuna delle due. Ma sicuramente se mi chiedessero quale ho preferito non posso che rispondere Trani.

Quindi se stai cercando un’alternativa per trascorrere una giornata nei dintorni di Bari ricordati di queste due bellissime cittadine portuali.

Se ci sei già stato mi piacerebbe molto sapere la tua opinione. Quale ti è piaciuta di più? hai altri consigli da darmi?

Se l’articolo ti è piaciuto non dimenticarti di salvarlo su Pinterest!

Alla prossima, Arianna

Cosa vedere a Trani e dintorni

Leave a comment