Skip links

5 giorni in Puglia: itinerario per un viaggio on the road

basilica di San Nicola Bari
itinerario in Puglia
Basilica di San Nicola

Sono appena tornata da una breve ma intenso itinerario in Puglia, un piccolo on the road attraverso una terra che mi ha stupito sotto molti punti di vista. Per me era la prima volta in terra Pugliese, e adesso ho la certezza che non sarà l’ultima! Purtroppo avendo soltanto pochi giorni a disposizione il nostro itinerario si è limitato tra Bari e un pò di Valle d’Itria. In questo articolo troverai qualche consiglio per arrivare a Bari e il nostro itinerario in Puglia suddiviso per tutte le tappe che abbiamo fatto.

Con i suoi 836 km di costa bagnata da mare cristallino, le campagne punteggiate dai trulli, le vecchie masserie, le delizie culinarie e i piccoli borghi bianchi il tacco e lo sperone d’Italia sono la meta perfetta per chi vuole godersi un pò di spiaggia, senza rinunciare a visitare i luoghi storici.

Tra queste righe troverai il riassunto generale dei luoghi visitati ma se vuoi conoscere nel dettaglio tutto quello che abbiamo visto rimani connesso, nelle prossime settimane arriveranno altri articoli dedicati al viaggio in Puglia suddivisi per località.

Itinerario in Puglia: come arrivare in Puglia 

itinerario in Puglia
dettagli nei vicoli di Bari vecchia

Negli ultimi anni è diventata una meta molto ambita dai turisti di tutto il Mondo, e una tra le destinazioni estive più frequentate dagli Italiani. Per chi decide di prendere l’aereo per un viaggio in Puglia può scegliere di atterrare all’Aeroporto di Bari “Karol Wojtyla”, Aeroporto internazionale “Papola Casale” di Brindisi e Lecce; Aeroporto “Gino Lisa” di Foggia; Aeroporto “Marcello Arlotta” di Taranto-Grottaglie.

Per il nostro viaggio, complice un’offerta Ryanair, abbiamo scelto quello di Bari dove volano diverse compagnie low cost come volotea, easyjet puoi controllare qui  tutte le offerte.

Come arrivare a Bari

  •  Per arrivare in centro si può scegliere la Ferrotramvia al costo di 5€ per tratta. Si trova uscendo dall’aeroporto sulla sinistra. Il suo grande vantaggio è che in circa 15 minuti sei alla stazione di Bari centrale. Il contro i treni passano circa ogni 30 minuti, quindi se sei di fretta non è l’ideale. Troverai due linee la FR2 girigia e la FM2 gialla, entrambi arrivano a Bari centrale.
  • Bus: l’autobus della linea 16 al costo di 1€ e 1,50€ se si acquista a bordo. Per la tratta impiega circa 30 minuti per la stazione centrale, ed è sicuramente il mezzo più conveniente, ma anche il più lento. La fermata del bus si trova di fronte l’uscita dell’aeroporto.
  • Navetta: tramite Tempesta Autoservizi al costo di 4€ si può arrivare alla stazione di Bari centrale in circa 30 minuti.

Tip: voglio consigliarti l’app Moovit utilissima per scoprire i metodi più veloci per i tuoi spostamenti in viaggio.

Come spostarsi in Puglia

itinerario in Puglia vicoli di Bari vecchia

Io sono un amante dei viaggi on the road, per me il noleggio di un’auto rende gli spostamenti più modellabili in base alle proprie esigenze lasciando molta più libertà rispetto ai  mezzi pubblici. 

Perlomeno per quando l’idea è di spostarsi da una zona all’altra  il noleggio di un’auto è la scelta che prediligo.

Per questo itinerario in Puglia abbiamo noleggiato una Seat Arona con la compagnia ECOVIA al prezzo di  200€ per 3 giorni con assicurazione full.

Il rent è all’uscita dall’aeroporto e, oltre ai soldi che chiedevano extra per la pulizia, ci siamo trovate molto bene e la consiglio come compagnia per un viaggio in Puglia.

Itinerario Puglia : 5 giorni on the road 

Dopo aver raggiunto Bari e lasciati i bagagli sono andata alla scoperta della città vecchia. Su Instagram nella sezione Puglia delle storie in evidenza trovi tutto il viaggio. Se ancora non lo fai, unisciti alla community così da rimanere sempre aggiornato sui nuovi articoli e lasciarti ispirare per i tuoi prossimi viaggi.

Ma torniamo all’itinerario. 

Giorno 1: Bari

Arrivando la mattina presto ho preso il treno per raggiungere la stazione, e dopo aver lasciato i bagagli, mi sono diretta a Bari Vecchia.  Ho apprezzato molto la città perché, oltre ad essere sul mare, e se mi segui da un pò sai già il mio amore per le città di mare, ma anche perché camminando per gli animati vicoli della città vecchia ho percepito un’atmosfera quasi orientale.

Con il Castello svevo, la Basilica di San Nicola, la Cattedrale, il Lungomare e l’inconfondibile profumo di bucato che inebria le vie del centro storico, Bari mi ha fatto compagnia per i primi due giorni trasportandomi con il suo ritmo lento tra una peroni ghiacciata vista mare e un pezzo di ottima focaccia.


Giorno 2: Giovinazzo- Trani

Giovinazzo è un piccolissimo paesino a circa 20 km da Bari, con dolci vicoli del centro storico, un caratteristico porticciolo con le barchette dei pescatori blu, e una maestosa cattedrale in stile barocco-romanico. Giovinazzo essendo molto piccola si presta benissimo per una gita di mezza giornata, per proseguire poi verso Trani. 

Trani è uno dei luoghi mi ha colpito di più durante il viaggio in Puglia. Grazie ad un grazioso lungomare con tantissimi locali per fare l’aperitivo e ristoranti, il centro storico e la maestosa Cattedrale di San Nicola fronte mare, Trani è la destinazione ideale per chi desidera un luogo dove relax ma anche movida.

Itinerario Puglia in macchina giorno 3: Polignano a Mare, Monopoli e Alberobello

itinerario in Puglia

Il terzo giorno dopo aver ritirato l’auto ci siamo dirette verso la famosa Polignano a Mare, dove dopo un breve giretto per le sue vie dalle case bianche e gli scorci a picco sul mare, abbiamo trascorso la mattinata prima di dirigerci verso Monopoli. 

Personalmente preferisco sempre dedicare più tempo ai luoghi meno meno turistici e Monopoli non so se è stato per via dell’orario, ma era quasi deserta! Questo ci ha permesso di visitarla in totale tranquillità.

L’ultima tappa del terzo giorno è stata Alberobello, dove siamo arrivate per l’ora del tramonto. Essendo molto piccola si gira veramente in pochissimo tempo, e ammetto che vedere la città dei trulli con il crepuscolo è stato decisamente particolare.

Tip: La notte dal terzo al quarto giorno abbiamo soggiornato in un b&b in zona Locorotondo. Te lo consiglio sia per la vista che si ha dalla struttura sulla valle d’Itria, per l’ottima posizione, al centro di tutto e ideale per spostarsi nella zona e anche per ll’ottima qualità prezzo.

Trovi qui il b&b la Collinetta qui

Giorno 4: Locorotondo, Cisternino, Ostuni

Il quarto giorno dedichiamo la mattina a scoprire la città che svetta sulla collina: Locorotondo.

Come si può dedurre dal nome le case sono costruite in cerchi concentrici attorno al nucleo della città vecchia. Camminando per le strade di Locorotondo si osserva originale esempio di architettura Pugliese e sia Locorotondo che Cisternino sono tra i Borghi più Belli d’Italia.

Per pranzo ci dirigiamo verso Cisternino, considerata una dei gioielli della Valle d’Itria. Il panorama che si gode dai vari punti panoramici è strabiliante e la cittadina è famosa per le specialità cotte sui fornelli del centro storico fuori dalle macellerie, ma attenzione ci sono diverse opzioni anche per chi non mangia carne o è vegano!

Terza tappa di questo itinerario in Puglia è stata Ostuni, la città bianca. Anche se devo ammettere, sono tutte bianche quindi non so bene il perché lei abbia la nomina di città bianca e le altre no. Dopo varie ricerche del parcheggio, tra l’altro fallito visto che abbiamo preso la multa, siamo arrivate giusto in tempo per l’orario del tramonto. La città essendo sulla cima di tre colli, è inutile dire stato bellissimo. Ovviamente era pieno di persone, ma come per Polignano, che la si visiti d’estate che in inverno sarà difficile essere totalmente soli.


Entrando dentro Cisternino abbiamo notato vari cartelli con scritto “il borgo che dondola”. Camminando per il dedalo di viuzze abbiamo fatto una vera e propria caccia al tesoro alle diverse altalene che sono state posizionate in vari punti della cittadina. Il nome è una metafora per il momento storico che stiamo vivendo. Per l’estate 2021 il borgo ha messo in atto un gran palinsesto di eventi e serate con lo slogan appunto de “il borgo che dondola”.

Tip: sulla strada verso Locorotondo abbiamo notato le balle di fieno adornate da graziosi centri in pizzo! Il progetto nasce dall’ artista Bernardo Palazzo in collaborazione con l’Associazione Luzzart. “ Sole e luna si incontrano senza tempo, in un’installazione che vuole essere un inno alla natura, alla sua bellezza e potenza divina” descrive così l’artista l’installazione chiamata “Firmamento” in un intervista su Bari Today. Puoi trovarle percorrendo la circonvallazione nel tratto che costeggia il belvedere di Locorotondo.


Giorno 5:

Si torna verso Bari, ma prima breve sosta per un tuffo nell’acqua cristallina di Capitolo. Ci siamo lasciate Bari per ultima per vedere la mostra fotografica di Steve McCurry Leggere che è al teatro Margherita fino al 25 di Agosto.

Questo è l’itinerario per un viaggio in Puglia di 5 giorni modellato in maniera tale da riuscire a vedere un pò di cose, ma senza troppo stress. Ribadisco il mio pensiero che è meglio meno ma bene che tanto ma male!

Questo viaggio in Puglia mi ha dimostrato ancora una volta di quante bellezze abbiamo in Italia e di quanti luoghi bellissimi mi mancano da visitare!

Tu sei mai stato in Puglia? raccontami nei commenti cosa hai visto e sopratutto se ti è piaciuto! Potresti essere d’ispirazione per altre persone che stanno organizzando l’itinerario per un viaggio in Puglia!

Se hai trovato utile l’articolo salvalo su Pinterest!

A presto, Arianna