Skip links

Cosa vedere a Livorno: itinerario tra i quartieri storici

Tempo di lettura: 8 minuti

Livorno è una città con una grande storia alle spalle, un mare eccezionale e tanti luoghi unici nel suo genere da scoprire. E mi sono detta: perché non creare una miniguida su cosa vedere a Livorno? ecco quindi i luoghi che non puoi perderti in città! Nei prossimi paragrafi ti racconterò brevemente la storia della città e dopo troverai, suddivisi per zone, le attrazioni più belle che non puoi perderti.

Sia che tu sia di passaggio in attesa di un traghetto per qualche isola oppure che tu venga per un weekend intero o soltanto per gustarti un piatto di cacciucco, qui trovi idee e consigli suddivisi per quartieri della città.

Livorno è una città di persone che amano il mare e il vento che accarezza le guance, la gente è chiassosa e sentirai dire le parole BOIA e praticamente in ogni frase, ma ti assicuro che scoprendola attraverso le persone e i luoghi più importanti riuscirai a capire l’amore che abbiamo per la nostra città e, scommetto, ti sentirai a casa.

Livorno: cosa vedere e qualche cenno sulla storia della città

Cosa vedere a Livorno

Prima di entrare nel dettaglio e dirti cosa visitare a Livorno, voglio spendere due parole per raccontarti la storia della città e del suo centro storico. La città nasce come piccolo villaggio di pescatori sulle coste del Mar Ligure in una bellissima insenatura naturale. 

Nel 1300 viene costruito il Faro e le prima mura cittadine. Poco dopo diventa scalo per traffici marittimi della Repubblica Marinara di Pisa. Ma è solo grazie alla famiglia de Medici, intorno al 1500, che la città si evolve sia sotto l’aspetto demografico che commerciale.

L’evoluzione della città continua grazie a Cosimo I che da inizio a varie opere urbanistiche per ampliare lo scalo portuale, crea un doppio molo e il Canale dei Navicelli tra Pisa e Livorno. A grandi architetti come Buontalenti viene affidato il compito di creare una pianta per la “città ideale”, nascono quartieri, piazze, strade e un sistema difensivo fatto di mura di cinta, fortezze e baluardi.

Livorno è proclamata “porto franco” da Ferdinando I, figlio di Cosimo I. Iniziano così ad aumentare in maniera esponenziale gli scambi commerciali e dopo  l’emanazione della “Costituzione Livornina” conosciute anche come “leggi livornine” si ha ben presto bisogno di un cambiamento a livello urbanistico.

Inizia così il cambiamento vero e proprio di Livorno, arrivando fino ad oggi. Alcuni dei luoghi sono ancora ben conservati e l’aria che si respira sembra quella degli anni ormai passati.

Cosa vedere nel quartiere di Borgo dei Cappuccini

Cosa visitare a Livorno

Quella che una volta era una zona ricoperta in gran parte dal mare, e da zone paludose, oggi si presenta come uno dei quartieri più colorati e vivaci della città e, sicuramente una meta da non perdere quando si pianifica cosa vedere a Livorno.

Dopo un’azione di bonifica e la creazione dei Lazzaretti  iniziò a prendere forma il quartiere che, ancora oggi, trasmette quell’aria storica grazie anche alle innumerevoli botteghe che si trovano nella zona e rientra tra i luoghi d’interesse di Livorno per molti turisti.

  • Piazza Mazzini: nata come Piazza di Marte un tempo utilizzata come deposito per legna e travi da costruzione per le navi del vicino Cantiere Orlando. Un tempo all’interno della piazza era presente un Obelisco- Fontana, di cui ad oggi è rimasta soltanto la base. La piazza nel 1871 ospitò “L’antica Fiera Livornese“.
  • Cantiere Luigi Orlando: accanto alla piazza si trova il cantiere costruito nel 1866 che ha portato immensi benefici a tutta la città. Da non perdere è la Piazza Luigi Orlando con il vecchio orologio che, insieme alla sirena, scandiva il fine turno degli operai, la vecchia facciata del cantiere e al centro il monumento in onore di Luigi Orlando.

All’interno di borgo cappuccini troverai l’opera di street art dell’artista Zed1 che ha voluto rendere omaggio alla città ed ai suoi marinari.

Cosa vedere nel quartiere della Venezia

Cosa vedere a Livorno quartiere venezia

Diciamo che quando si pensa a cosa vedere a Livorno il quartiere della Venezia non può non essere incluso. Conosciuta anche come Venezia Nuova, la caratteristica di questa zona sono i suoi palazzi di epoca settecentesca, i suoi canali e le sue chiese. 

  • Fortezza Nuova: la fortificazione Livornese viene costruita a fine ‘500 su richiesta della famiglia De’Medici, in principio la struttura era molto più grande ma nel ‘600 è stata ridotta in maniera considerevole per ottenere nuove aree adibite alla costruzione di magazzini e case. Oggi è un bellissimo parco pubblico e al suo interno si trova la Sala degli Archi, un tempo fungeva come sala per il corpo di guardia della fortezza.
  • Uscendo dalla fortezza e avviandoti verso via borra trovi un murales dedicato alle leggi Livornine creato da Ligama.
  • Via Borra: questa via è stata per molti anni la via principale del quartiere Venezia e qui si trovano alcuni dei palazzi più importanti della città come: Palazzo Huigens con il suo splendido cortile e i suoi loggiati, Palazzo delle Colonne di Marmo con la sua facciata con finiture di marmo di carrara e Palazzo del Monte di Pietà.
  • Chiesa di Santa Caterina: situata in Piazza dei Domenicani è facilmente riconoscibile grazie alla sua cupola alta 63 mt. All’interno della Chiesa si trova l’incoronazione della Vergine Maria di Vasari.
  • Chiesa di San Ferdinando: la sua particolare facciata questa chiesa è stata costruita tra il 1707 e il 1716 ed il suo interno è in stile barocco e vi si trova la scultura “Schiavi Liberati” di Giovanni Baratta.
  • Chiesa Del Luogo Pio: proprio accanto a quella di San Ferdinando, si trova in Piazza del Luogo Pio che durante l’estate ospita spettacoli per il festival di Effetto Venezia. Originariamente alla chiesa era annesso l’orfanotrofio che è stato distrutto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale adesso ospita il museo della città.
  • Fortezza Vecchia: sicuramente è la prima cosa che si nota arrivando dal mare. Uno dei luoghi imperdibili quando si visita la città e si è nella zona del porto. All’interno trovi le vecchie prigioni vista mare, e si può salire in cima alle mura. Da lì si vede tutto il porto e parte del quartiere di Venezia Nuova.

Tip: Se vuoi sapere cosa fare la sera a Livorno potresti andare in fortezza vecchia. Nelle sere d’estate diventa una discoteca e si balla tutta la notte sotto il cielo stellato.

Tutto il quartiere della venezia merita sicuramente del tempo per poterne apprezzare le sue particolarità. Scoprire gli angoli nascosti e caratteristici e le vie ricche di street art.

Un modo molto interessante per scoprire ancora di più il quartiere  è sicuramente attraverso il giro in gozzo attraverso i fossi del quartiere della Venezia. Spesso insieme al giro è incluso anche il panino cacciuccato.

Ma cosa si può fare a Livorno se piove? si può visitare uno dei musei presenti in città.

Puoi scegliere tra: Museo Fattori che ospita opere del ‘800 e 900 che è inserito nel bellissimo parco di Villa Mimbelli, Museo della città di Livorno in piazza del Luogo Pio all’interno di una chiesa barocca del XVII, dove sono esposte opere di artisti Italiani degli anni ‘50 e ‘70, la casa natale di Amedeo Modigliani in Via Roma 38 e il Museo di storia naturale del mediterraneo in via Roma che ospita un bellissimo orto botanico, e rientra assolutamente nella scelta di cosa vedere a Livorno.

Cosa vedere a Livorno

Se invece vieni a Livorno in estate sono certa che questo post, dove ho racchiuso le spiagge più belle, fa al caso tuo!

Arriva fino in fondo all’articolo per scoprire il progetto #LamibellaLivorno.

Cosa fare al Porto di Livorno

Dal porto di Livorno si possono prendere i traghetti per: L’isola di Capraia, Palermo, Corsica e Sardegna.

Anche nella zona del porto ci sono innumerevoli luoghi d’interesse che devono essere assolutamente inseriti tra le cose da vedere a Livorno. Spesso non si pensa a Livorno come una città per i turisti, ma si può rivelare interessante e sopratutto si possono scoprire luoghi che vengono sottovalutati anche dai Livornesi. Questa guida nasce per questo.

  • Statua dei 4 Mori: l’opera che si affaccia sulla vecchia Darsena ritrae quattro schiavi in catene sotto Ferdinando I de Medici. Si dice che osservando la statua da un punto in particolare si riesca a vedere il naso di tutti e quattro i mori contemporaneamente. Non è una leggenda ma bensì la verità, riuscirai a trovare questo punto?
  • Duomo: conosciuta anche cattedrale di San Francesco costruita per volere dei Medici. E’ stata in parte ricostruita dopo la seconda guerra mondiale, con la sua imponenza e da un ricco arredo donato dalle famiglie del Granducato è un luogo da non perdere
  • Piazza della Repubblica: troverai due statue ai lati della Piazza, una in onore di Ferdinando III, e uno di Leopoldo II la piazza con i suoi 19000 metri quadrati è una delle più grandi della città e funge da ponte, visto che sotto è attraversata dal fosso Reale.
  • Cisternino di città: costruito nell’800 per il fabbisogno idrico della città.
  • Cisternone: superata piazza della Repubblica e via del Larderel si trova questo serbatoio monumentale, di recente ristrutturato negli esterni, che fungeva sempre per l’approvvigionamento idrico dell’acqua. E’ di particolare bellezza per la sua struttura formata di un portico di otto colonne con sopra una semicupola ispirata al Pantheon di Roma. Purtroppo gli interni non sono visitabili se non in rare occasioni di apertura straordinaria.

Proseguiamo il nostro giro alla scoperta dei luoghi simbolo della città e ci dirigiamo verso Piazza Cavallotti.

Cosa vedere nella zona di Piazza Cavallotti

Ogni mattina dal lunedì al sabato troverai banchi di frutta e verdura a km0 e ovviamente questa è una delle zone migliori dove poter vivere e percepire il folklore livornese.

Oltre a Piazza Cavallotti da vedere è sicuramente il mercato delle Vettovaglie o Mercato Coperto.  

Il Mercato si trova sugli Scali Aurelio Saffi lungo il fosso reale, e fu costruito come congiunzione per la città vecchia e quella nuova. Il mercato è stato costruito seguendo il modello delle Halles parigine e copre una superficie di 48000 mq di forma rettangolare e risulta essere tra i più grandi d’Europa. L’interno è suddiviso tra reparto del pesce, carne e frutta/verdura.

  • Piazza XX settembre: dove è presente la statua di Leopoldo II di Toscana
  • Piazza Cavour: qui si trova una statua dedicata a Camillo Benso di Cavour.

Ultima, ma non per importanza, è sicuramente il nostro Lungomare.

Terrazza Mascagni

Impossibile non menzionarla quando si parla di cosa vedere a Livorno.

Con il pavimento a scacchiera e il gazebo al centro è un luogo iconico per la città che in passato ha ospitato moltissimi concerti di famosi musicisti. Una delle cose da fare assolutamente è godersi una bellissima passeggiata al tramonto.

Cosa vedere a Livorno Terrazza Mascagni

Ma ti parlerò di cosa fare sul Viale Italia, e cosa mangiare in altri articoli quindi rimani connesso per non perdeteli!

Inoltre voglio dirti dei festival più importanti della città: Effetto Venezia, Cacciucco Pride, la Coppa Barontini, Maratona della città di Livorno, Premio Piero Ciampi e il Premio Rotonda.

Spero di averti incuriosito e averti convinto a venire a scoprire la mia città che ha davvero tanto da offrire.

Su Instagram ho creato un progetto, in collaborazione con altre due blogger Livornesi, che si chiama LambellaLivorno e che puoi trovare seguendo #livornodascopire. Seguimi sui social per non perderti tutti i prossimi post.

Vuoi scoprire dove mangiare a Livorno? trovi qui l’articolo dedicato

Ma ora dimmi sei già stat* a Livorno e soprattutto quali Luoghi hai visitato? ti piacerebbe scoprire qualcosa in particolare sulla città? scrivimeli qui sotto, sarò felicissima di leggerti!

Ci sentiamo presto, Arianna.

Se questo articolo ti è piaciuto salvalo su Pinterest!

Leave a comment