Skip links

Fuga di 3 giorni sulle coste dell’Argentario

Tempo di lettura: 5 minuti

Stai pensando a dove trascorrere un weekend in Toscana? ti consiglio il promontorio dell’Argentario che grazie ai suoi borghi e le spiagge è un luogo davvero incantevole dove fare una fuga di 3 giorni sulle coste dell’ Argentario per un weekend e che spero possa esserti d’ispirazione per scoprire cosa visitare in questa fantastica zona della Toscana

Se vuoi scoprire altre idee per un weekend in Toscana, questi articoli fanno al caso tuo

Dove dormire all’argentario

Noi ci siamo stati in Agosto e avevamo solo pochi giorni di ferie. Non potendoci allontanare troppo, dopo varie ricerche abbiamo deciso di scoprire le coste dell’argentario.

Noi abbiamo pernottato presso L’hotel ristorante Vecchia Maremma ad Orbetello, che tra l’altro si trova in un punto strategico per scoprire le spiagge più belle dell’Argentario.

A causa del poco tempo a disposizione, con una mappa alla mano, avevamo pianificato in anticipo i luoghi da visitare consapevoli che questa piccola vacanza avrebbe incluso spiagge bellissime e acqua cristallina.

Cosa visitare all’Argentario: spiaggia Lunga

Spiaggia Lunga

La sveglia suona di prima mattina, e dopo un aver fatto colazione, ci avviamo verso la spiaggia che si trova tra Porto ercole/Grosseto. Trovi qui le coordinate da inserire su googl Maps.

Per arrivarci si deve percorrere un sentiero, a tratti anche ripido. La spiaggia è con piccoli ciottoli e si può noleggiare sdraio e ombrellone, ma è totalmente libera non vi è nemmeno un piccolo bar, quindi conviene premunirsi prima se non si vuole dover tornare su per mangiare.

Non essendoci bar o servizi noi prima di arrivare abbiamo fatto un pit-stop per prendere il pranzo, così da poterci godere la giornata senza dover fare su e giù.

Nonostante io abiti in una città di mare e ami il mare, non prediligo le vacanze che comprendono soltanto spiaggia e tintarella, per un semplice motivo: io voglio muovermi!

Rimanere un intera giornata sdraiata mi annoia un sacco, così ci organizziamo sempre con i materassini, letture interessanti, giochiamo a racchettoni e facciamo delle lunghe passeggiate. Trascorriamo così, nel relax, la prima giornata sulla spiaggia.

Spiaggia lunga

La sera decidiamo di andare a cena a Porto Santo Stefano e dopo un aperitivo vista molo, prenotiamo alla Trattoria dai Frati . Questa trattoria ha una bellissima terrazza esterna che affaccia sul porto, peccato però che era tutto pieno all’esterno, il locale dentro è molto carino.

Dopo aver gustato una buonissima cena a base di carne, abbiamo visitato il Forte, concludendo la nostra serata girellando per l’animata banchina coccolati dalla brezza estiva. La nostra fuga di 3 giorni sulle coste dell’Argentario era iniziata alla grande!

Il secondo giorno dedichiamo la mattina e il pomeriggio in una spiaggia vicino al nostro hotel spiaggia abbastanza famosa e ideale anche per i bambini. La spiaggia si chiama Al Pozzarello. E’ molto piccola ma ideale per trascorrere qualche ora prima di passare ad un altra bellissima caletta.

Fuga di 3 giorni sulle coste dell’Argentario cosa vedere: Cala del Gesso

Intorno alle 17, andiamo verso Cala del Gesso, perché incuriositi dalle tante recensioni positive sul tramonto, acquistiamo qualche stuzzichino e ci dirigiamo verso questa bellissima caletta.

La discesa è abbastanza tosta, ma vale assolutamente la pena andarci!!!

Lo spettacolo è davvero surreale: una cala completamente selvaggia. Dopo poco tempo il cielo si è tinto di rosso, poi rosa, regalandoci uno spettacolo da fiaba. All’interno di questa cornice magica abbiamo fatto il bagno. Uno spettacolo della natura che ha ripagato ampiamente tutta la fatica fatta per raggiungerla.

La sera abbiamo deciso di mangiare ad Orbetello, presso Alicina Hosteria, il locale è molto carino, peccato però che la maggior parte dei piatti è arrivato freddo e il conto è stato decisamente eccessivo.

Spiaggia della Caciarella

L’ultimo giorno nostra breve vacanza all’Argentario lo dedichiamo alla spiaggia la caciarella.

Questa caletta dal mare cristallino e di un turchese cielo, si trova tra due dirupi che fanno da barriera naturale contro il vento. Arrivarci non è semplice, avrete da camminare per un ripido sentiero.

Se vuoi scoprire le spiagge imperdibile della Toscana sul mio profilo Instagram ho creato una guida completa!

Tip: inoltre vi consiglio di arrivare presto perchè è davvero piccola e rischiate di fare la discesa e non trovare posto.

Passiamo la mattina e metà pomeriggio qui tra tuffi e snorkeling, godendoci il sole battente in questa caratteristica caletta.

Spiaggia la Caciarella

Dopo una giornata al mare torniamo alla nostra macchina e decidiamo di andare verso Orbetello per visitare la famosa laguna. La laguna, riserva wwf, è d’importanza internazionale in quanto la sua posizione è sulle rotte migratorie di moltissimi uccelli. Qui si possono avvistare fenicotteri, aironi e molti altri.

Qui trovi i diversi itinerari che si possono fare nell’oasi, (fonte tuttomaremma.com)

La vista dell’Oasi si sviluppa in tre itinerari: il primo permette l’osservazione dell’avifauna attraverso un percorso con 9 postazioni. Il secondo è un percorso botanico alcuni capanni per l’osservazione. Il terzo infine è quello del Casale sul tombolo della Giannella, dove è possibile visitare la mostra sulle zone umide e il giardino delle farfalle.

Passiamo le ultime ore della giornata per Porto Santo Stefano, godendoci l’ultimo gelato di questa fuga di 3 giorni sulle coste dell’Argentario.

Se però disponi di più giorni ci sono tantissime cose da poter fare nella zona. Ad esempio puoi prendere un traghetto da Porto Santo Stefano per l‘Isola del Giglio (la tratta dura circa 1 ora e il prezzo del biglietto è di 10€ senza auto oppure 13 con) oppure puoi scegliere di scoprire l’Isola di Giannutri (durata circa 1h al costo di 9€ senza auto e 13€ compresa l’auto)

Se sei alla ricerca di altre idee per delle spiagge toscane questo post potrebbe esserti utile.

Ma ora dimmi sei già venuto in queste zone? raccontami qui sotto quali sono i posti che hai visitato o che ti piacerebbe conoscere della zona dell’Argentario.

A presto Arianna

Se questo post ti è piaciuto salvalo su Pinterest!

Leave a comment

  1. Viaggiare si può, anche con la mente!
    Grazie per avermi portato lontano con questo tuo racconto!
    Prenderò spunto per la prossima fuga vicino casa!

  2. I’ve read several just right stuff here.
    Certainly worth bookmarking for
    revisiting. I wonder how so much attempt you set to make one of these excellent informative web site.

  3. Cosa fare in Maremma per un weekend tra cibo, degustazioni e borghi
    Permalink
  4. Dove andare al mare in Toscana: le 6 spiagge più belle a Livorno
    Permalink